Evo Morales: “Fidel, ovvero la lotta per l’umanità”

Intervento del compagno Evo Morales, presidente della Bolivia, in Plaza de la Revolucion a L’Avana

Viva Cuba!
Viva Fidel!
Viva i popoli antimperialisti!

Grazie mille fratelli e sorelle.

Un saluto al fratello Raul; al governo; al popolo cubano: la profonda ammirazione per questa unità, la forza del popolo cubano. Nelle ultime ore ho sentito la stampa borghese pro-imperialista che dice: ‘Ora che cosa farà Cuba senza leader?’ E stiamo vedendo, lo sta vedendo il mondo intero il popolo cubano più unito, più forte che mai per continuare sconfiggere questa dominazione imperialista (Applausi e esclamazioni di Unidad, unidad, unidad!, Cuba, Cuba, Cuba!, Yo soy Fidel, yo soy Fidel, yo soy Fidel!).
Sorelle e fratelli:

Vengo in nome del popolo boliviano, in nome dei movimenti sociali: petroleros, minatori, operai, il patto di unità, il movimento contadino indigeno originario, vicini di casa, dei trasporti, praticamente tutti i settori sociali per esprimere il nostro rispetto, il nostro amore, la nostra ammirazione e, soprattutto, la nostra gratitudine al popolo cubano, al suo governo, a Fidel per tale solidarietà, non solo con la Bolivia, ma con i popoli del mondo (Applausi). Dico a nome del popolo boliviano: grazie mille fratelli e sorelle, per questo lavoro, per questa linea politica della liberazione dei popoli del mondo da Cuba.
Sorelle e fratelli:
al popolo pieno di abnegazione del fratello Fidel alla sua lotta per la sovranità statale e la dignità dei popoli del mondo. Una delle più grandi eredità di Fidel è fare che la politica sia l’arma morale più nobile per la liberazione dei popoli del mondo arma morali.
Fidel ha messo Cuba sulla mappa del mondo, combattendo l’avidità dell’impero e il mondo riconosce a Fidel come un irraggiungibile epopea in questi giorni e lo sarà per tutta l’umanità.
Fidel ha mostrato al mondo che non c’è nessun impero perpetuo e potere imperiale nell’impunità. Fidel ha sconfitto nelle Nazioni Unite gli Stati Uniti con la ragione e per la giustizia, perché gli Stati Uniti ottengono con il ricatto, condizionamenti e invasioni il dominio dei popoli del mondo.
Fidel non solo garantisce l’istruzione e la sanità per Cuba. Ha tolto dall’analfabetismo molti popoli in tutto il mondo e ha fatto miracoli con la sanità per i più poveri del mondo.
Muchas gracias, Fidel!
Fidel è stato un vero padre degli esclusi, degli emarginati, dei discriminati, dei più poveri del mondo. Fidel ci insegna che l’unico cammino per i nostri popoli è l’unità e l’integrazione. Fidel è un vero costruttore della pace con giustizia sociale.
Voglio dirvi, fratelli e sorelle, che Fidel non è morto, perché i popoli non muoiono, quei popoli che lottano per la loro liberazione, questo è Fidel (… Fidel non è morto, perché le idee non muoiono, quelle idee che fecondano il percorso di emancipazione. Fidel non è morto, perché le lotte non si fermano, quelle lotte che hanno lo scopo di dare dignità all’umanità.
Fidel è più vivo che mai, più che mai necessario, è vivo, vigile, pensando a proseguire la lotta per preservare la nostra casa comune, impiantando trincee di speranza; parlando di grandi sogni, fissando obiettivi, tracciando percorsi. Fidel non è morto, non può morire, Fidel è al di sopra della propria vita, si è installato per sempre nella storia del genere umano (Applausi).
L’America Latina e il mondo non possono essere compresi nel XX secolo senza Fidel o senza Cuba. Fidel e Cuba hanno cambiato il mondo. Finché c’è un socialista in piedi, che lotta con la parola, con le idee e con la forza della ragione, Fidel sarà in mezzo a noi e per sempre (Applausi).
Fidel hanno cercato di ucciderlo in mille modi per più di mezzo secolo più di 10 presidenti nord-americani e non ci sono riusciti… Fidel ha vinto ogni battaglia contro l’Impero: la battaglia morale, perché Fidel ha combattuto per l’umanità; la battaglia politica, perché le cause di Cuba sono le cause dell’America Latina e del mondo; la battaglia dell’etica, perché non ha mai rinunciato alle battaglie, ha sempre vissuto in trincea. Fidel è il tipo di uomini che nascono solo dalle braccia di un popolo rivoluzionario e Cuba è la rivoluzione che il mondo sogna (Applausi).
Cuba e Fidel illuminano il mondo davanti all’ombra tenebrosa dell’impero. Fidel è sinonimo di lotta antimperialista, perché significa che è sinonimo di lotta per l’umanità.
Voglio dire fratelli e sorelle, sicuramente di persona non lo vedremo mai più fisicamente, ma la lotta di Fidel, le sue idee ci saranno per sempre, Comandante Fidel.
Voglio dire al popolo cubano, ai popoli di tutto il mondo, personalmente mi mancherà, sarà un’assenza, che mi insegnerà, che mi ha farà riflettere, che mi guiderà.
Sorelle e fratelli, il mio amore e il mio rispetto, la mia ammirazione per Fidel per tante cose che ha fatto per l’umanità. Fratelli e sorelle, dico al popolo di Cuba che il dolore che prova, è anche il il dolore del popolo boliviano, degli antimperialisti del mondo.

Siamo uniti come sempre per continuare a combattere e per continuare a liberare i popoli del mondo con alla testa il popolo cubano e il Comandante.

per terminare, aiutatemi a dire:
Gloria Fidel!

Viva Cuba!

Viva i popoli antimperialisti!

Hasta la victoria siempre!

EVO MORALES
Presidente della Bolivia

da rifondazione.it

foto tratta da Pixabay

categorie
America LatinaAmericheCubaEsteri
nessun commento

lascia un commento

*

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.









altri articoli