E ora dedichiamoci a noi

Dice… “Ma ve la prendete sempre con chi vi sta più vicino.”. E’ una vecchia litania che ha delle basi di verità comunque. Quindi, tante scuse se vi abbiamo...

Dice… “Ma ve la prendete sempre con chi vi sta più vicino.”.
E’ una vecchia litania che ha delle basi di verità comunque. Quindi, tante scuse se vi abbiamo offeso. Ma erano solo critiche e niente più. Un diritto. Criticare. Dire che siete “socialdemocratici” e nemmeno tanto nuovi non è poi così terribile. O meglio, lo è, ma per chi ha una visione come noi dell’essere di sinistra, quindi dell’essere prima di tutto ancora, senza ostinazione ma con convinzione, comuniste e comunisti.
Non vi adombrate, non ci maledite, non dite dunque male di noi. Perché tutti dicono male di noi. Quasi tutti.
Liberisti, fascisti, padroni, sfruttatori d’ogni risma e chi ha distrutto la sinistra fino a ieri ed oggi se ne reinventa una per dirsi meno peggio di chi gliel’ha fregata sotto il naso, anche se più sinistra non era. Era un centro, un centro mezzo spostato a destra. Mezzo… molto spostato a destra.
Ma non ve la prendete. Sono tutti punti di vista, opinioni.
Basta mettersi di lato e già le cose appaiono differenti. Non vi corrucciate. La campagna elettorale è lunga e ora abbiamo altro da fare: dobbiamo creare la “sorpresa” di Potere al Popolo!, facendola conoscere. Una sorpresa che non è un regalo. Almeno per pochi. Per molti che l’aspettano da tanto, senza saperlo, sarà una sorpresa!

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto
nessun commento

lascia un commento

*

*



altri articoli

  • Arrivarci in tempo

    In fondo posso dire di essere stato sufficientemente intelligente, concreto e cosciente da prevedere cosa fosse Forza Italia e non votarla pensando che fosse “rivoluzionaria”. Avrò sbagliato nel pensare...
  • Ieri, oggi e domani

    Sono tanti i luoghi ideali e fisici dove nasce e cresce il pregiudizio e si alimenta l’odio contro gli omosessuali, contro i transessuali. Sono tanti perché, di contro, sono...
  • Concilio

    Il cosiddetto “Comitato di conciliazione” nemmeno lontanamente è un organo istituzionale e costituzionale. Ma molto più vicinamente ricorda luoghi di discussione usati in un non lontano oscuro passato dittatoriale....
  • Giorni da leone

    Più o meno ha detto così… “Più ci attaccano e più mi sento motivato”. Sarà. “Serve coraggio, non abbiamo bisogno di cuori deboli”. Un discorso muscolare, tenace, indomito. Il...