Come possiamo difenderci???

C’è la domanda che arriva puntuale ad ogni attentato terroristico: “Come possiamo difenderci?”. Ovvero, come si può prevenire l’azione inconsulta di un kamikaze, di un uomo o di una...

C’è la domanda che arriva puntuale ad ogni attentato terroristico: “Come possiamo difenderci?”. Ovvero, come si può prevenire l’azione inconsulta di un kamikaze, di un uomo o di una donna che possono mettere in pratica un atto che sparge morte a piene mani senza sapere quando, dove, come. Sul perché ci sarebbe da ragionare a fondo.
Come possiamo difenderci? Probabilmente in nessun modo, sarebbe la risposta più logica davanti alla totale imprevedibilità di un fenomeno.
Possiamo forse difenderci dai terremoti? Pur conoscendone la meccanica, sappiamo che un terremoto è altamente imprevedibile e che, comunque, non è contenibile in nessun modo. Se decide di d’arrivare per via dei sommovimento sotterranei della nostra crosta terrestre, arriva e ce lo prendiamo tutto quanto.
Così è per la tecnica terroristica dei furgoni impazziti lanciati sulle folle, dell’uomo che si fa esplodere per strada, di chi tira fuori un coltello e sgozza la gente a caso in una piazza di Helsinki.
Non esiste prevedibilità.
Dunque, alla domanda: “Come possiamo difenderci?”, l’unica risposta possibile è: “Cambiando radicalmente il mondo in cui viviamo.”.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto
nessun commento

lascia un commento

*

*

altri articoli

  • Apparire ed essere

    Socialisti (nel chiaro senso purtroppo deteriore del termine, attribuibile solo ad un certo periodo della storia repubblicana), democristiani di vecchio o medio corso. Così si ricostruisce una “sinistra moderna”...
  • Venerdì nero

    Non avevo mai sentito parlare del “Black friday”. Mi sono detto che sono avulso dal contesto economico e sociale per non essermi mai scontrato con questa che viene definita...
  • Domande e gioventù

    Se mi facessero la domanda: “Tra i grillini e Berlusconi chi voteresti?”, beh un po’ sorriderei e poi, se il mio interlocutore fosse un giornalista televisivo noto al pubblico,...
  • Dall’impossibile al possibile

    Il PD scopre il mondo del “possibile”. Dalla granitica durezza renziana che lo voleva come soggetto bastante a sé stesso, quasi autoreferenziale nel definirsi unico alleato di sé medesimo,...