Bokassa di ieri e oggi

40 anni fa Jean Bédel Bokassa si autoproclamava “imperatore” del Centrafrica con una cerimonia napoleonica, degna dei fasti della corte francese di inizio ‘800. Un dittatore sanguinario, uno spietato tiranno...
Jean Bédel Bokassa, il giorno dell'incoronazione ad imperatore del Centrafrica

40 anni fa Jean Bédel Bokassa si autoproclamava “imperatore” del Centrafrica con una cerimonia napoleonica, degna dei fasti della corte francese di inizio ‘800.
Un dittatore sanguinario, uno spietato tiranno ammantato di abiti scintillanti d’oro e brillanti, con uno strascico lunghissimo e una imperatrice al suo fianco. Persino con un erede al trono vestito di tutto punto da piccolissimo militare di carriera, seduto su un pouff rosso.
Bokassa è passato alla storia più per questa cerimonia sfarzosa che per le nefandezze compiute. L’unico merito dell’incoronazione fu la contrapposizione netta tra la sfavillante eccentricità dell’ostentazione del potere con la miseria della popolazione del Centrafrica.
L’impero durò quattro anni appena e aveva come motto: “Unità, dignità, lavoro”. A dimostrazione che proprio coloro che per primi negano certi diritti elementari se ne fanno portavoce a pieni polmoni, incoronandosi protettori unici dei più deboli.
Ogni riferimento a persone e cose o situazioni del tempo presente non è puramente occasionale.

(m.s.)

foto tratta da Wikimedia Commons

categorie
Lo stiletto
nessun commento

lascia un commento

*

*

altri articoli

  • Voto contento!

    Faccio mie le parole di Giorgio Cremaschi: “Questa volta vado a votare contento! Non mi capitava da tanto tempo. Finalmente voterò per una lista senza dovermi turare il naso,...
  • La grande bellezza

    Un bacio olimpico per battere l’omofobia. Bellissimo il tenero scambio di affetto tra Gus Kenworthy e il fidanzato Matt. In una romantica cornice innevata, i due nemmeno si erano...
  • Una qual specie non di sinistra

    Programmi affini e visioni comuni della società. E’ ciò che si augura chi si è staccato dal PD per correre solitariamente, ma non troppo… A giusta distanza elettorale. Poi,...
  • Porte a porte

    Porte aperte ai Cinquestelle. Porte aperte al dialogo col PD, ma con le dovute critiche… Porte aperte ad un governo del Presidente per fare la legge elettorale. Solo per...