Alla ricerca del posto fisso

Pare che 4,5 milioni di occupati siano insoddisfatti circa il loro lavoro. E’ una cifra che emerge da uno studio della Fondazione “Giuseppe Di Vittorio” della CGIL. Un elemento...

Pare che 4,5 milioni di occupati siano insoddisfatti circa il loro lavoro. E’ una cifra che emerge da uno studio della Fondazione “Giuseppe Di Vittorio” della CGIL. Un elemento che si aggiunge al desolante aspetto complessivo del mondo precario e del non-lavoro.
Sembra che il motivo dell’insoddisfazione sia proprio quello che oggi viene definito un’anticaglia, un ferrovecchio del passato… il posto fisso. Ai contratti a tempo determinato, i lavoratori preferirebbero quelli a tempo indeterminato.
Come dare loro torto! E’ una vita che ci battiamo per far rinascere questa voglia, questa propensione a vedere nel lavoro non qualcosa che si può agevolmente (peraltro non è così) cambiare senza pericoli di diminuzione del salario o di irreperibilità di un nuovo posto…
Qualcosa inizia ad emergere… Magari non sarà ancora “coscienza di classe”, ma un po’ di coscienza su ciò che sarebbe meglio è già, per l’appunto, meglio di niente.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto
nessun commento

lascia un commento

*

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.









altri articoli

  • Da Costantino a Di Maio

    È dai tempi dell’imperatore Costantino che un ente pubblico non viene interessato da una denuncia di falsità su un testo istituzionale: allora fu la Chiesa cattolica ad attribuirsi il...
  • Larghi

    Notizia “Mimmo Lucano, Sindaco di Riace, dai domiciliari al divieto di dimora nel suo Comune”. Auspicio Divieto di dimora in Italia a fascisti, razzisti e opportunisti. Come staremmo larghi…!...
  • Necessità

    Cercasi Heichmann disperatamente… Un organizzatore è necessario quando si deporta. (m.s.) foto tratta da Pixabay...
  • Con gli studenti, contro i manichini

    Di pretesti, gente come i ministri che governano il Paese, ne hanno fin troppi per restringere le libertà civili, democratiche e comprimere i diritti. Non gliene avrei dati altri:...