Tutte le volte che…

Ogni volta che affittate un locale ai neofascisti, li legittimate. Ogni volta che gli concedete uno spazio pubblico, li legittimate. Ogni volta che gli consentite di presentarsi alle elezioni...

Ogni volta che affittate un locale ai neofascisti, li legittimate.
Ogni volta che gli concedete uno spazio pubblico, li legittimate.
Ogni volta che gli consentite di presentarsi alle elezioni in barba alle leggi ed alla Costituzione, seguendo cavilli giuridici e burocratici che farebbero impallidire un azzeccagarbugli, li legittimate alla massima potenza.
Ogni volta che li intervistate in televisione, alla radio e su Internet, li legittimate.
Ogni volta che dite che lo fate proprio per rispetto della democrazia, voi la democrazia la umiliate e la fate lentamente morire.
Ogni volta che un crimine come il fascismo, il razzismo, la xenofobia, l’odio e la crudeltà (non solo verbale) hanno accesso ad un diritto, uccidono quel diritto proprio nel suo nome un momento dopo averlo acquisito.
Ogni volta che dite che “la libertà è anche quella di rifiutarla”, ed è pure vero, non fate in questo caso un servizio alla Repubblica, alla democrazia, al Paese, ma solo a chi la libertà la sta distruggendo inneggiando al primato italico, contro il primato dell’umanità (moralmente intesa).
Ogni volta che… è già troppo.
Basta con la messa al bando della vergogna in nome della libertà di parola. Vergognatevi di dare spazio ai fascisti, ovunque e comunque!

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Chi s’ha da infuriare

    Se Salvini rivendica una specie di eredità berligueriana per sé e per la Lega, non deve infuriarsi il PD. Ci dobbiamo infuriare noi comuniste e comunisti. Noi che gli...
  • Buchi di governo

    Dal “Decreto semplificazioni“, primo punto dopo i nodi ferroviari: «nuova linea Torino-Lione: tunnel di base ed adeguamento linea storica». La TAV al primissimo posto nell’elenco delle infrastrutture cui mettere...
  • Il velo di Silvia

    E’ una questione di libertà. Una libertà che si vede, un’altra che si fa fatica a vedere. Silvia Romano ha dichiarato che per lei “il velo è un simbolo...
  • Gatticidio

    Dunque, la grande inchiesta dei giornali telematici e non di due giorni fa è il gatto ucciso e cucinato da un migrante per strada. E’ un orrore, certo. Non...