Teramo, il ritorno di Rifondazione Comunista

Mercoledì 9 ottobre 2019 si è tenuto a Teramo l’attivo degli iscritti del Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea. La riunione è stata convocata per riorganizzare il circolo...
Paolo Ferrero e Mirko De Bernardinis

Mercoledì 9 ottobre 2019 si è tenuto a Teramo l’attivo degli iscritti del Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea. La riunione è stata convocata per riorganizzare il circolo cittadino del PRC, rilanciare la campagna di tesseramento e programmare le future iniziative politiche.

L’incontro sì è aperto con un omaggio al Comandante Ernesto “Che” Guevara, eroe della Rivoluzione Cubana, in occasione del 52° anniversario della sua uccisione, avvenuta il 9 ottobre 1967 in Bolivia. E’ stata poi ricordata con affetto la nostra cara compagna Pia Valeri, maestra, prima segretaria della CGIL – Scuola provinciale, appassionata militante di Rifondazione Comunista sin dalla fondazione, scomparsa nei giorni scorsi a Teramo.

E’ stato poi eletto all’unanimità il compagno Mirko De Berardinis quale nuovo Segretario cittadino di Rifondazione Comunista. De Berardinis, 31 anni, è attivo in politica e nell’associazionismo sin dal 2002. E’ stato anche Consigliere della Facoltà di Scienze Politiche all’Università di Teramo e Segretario Provinciale dell’ANPI.

Il neo segretario ha tracciato alcuni obiettivi per il rilancio e il rafforzamento dell’azione politica del PRC a Teramo. Nelle prossime settimane saranno avviate diverse iniziative. Rifondazione Comunista farà partire una mobilitazione politica e culturale contro la vergognosa risoluzione approvata nei giorni scorsi dal Parlamento UE, anche grazie al voto favorevole del PD, che equipara il comunismo al nazi-fascismo. Un’ignominia che calpesta la storia e conferma l’anticomunismo imperante nelle destre come nei rappresentanti del pensiero unico liberista e capitalista.

Il PRC teramano sarà anche impegnato in una campagna per chiedere il drastico taglio delle spese militari e la cancellazione dell’acquisto degli aerei da bombardamento F-35; per impiegare i 50 MILIARDI di euro stanziati dagli ultimi Governi per questi inutili e dannosi strumenti da guerra in investimenti reali per la sanità e l’istruzione pubblica, per finanziare lo stato sociale, la riconversione ambientale, la messa in sicurezza del territorio e la ricostruzione post-terremoto.

PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA
CIRCOLO DI TERAMO “E.V. ORSINI – R. DI GIOVANNANTONIO”

25 ottobre 2019

foto inviata dal Circolo di Teramo del PRC

categorie
Rifondazione Comunista





passa a…



altri articoli