radio

  • Camilleri, un bene prezioso per la cultura italiana

    Ho cominciato a leggere Camilleri con “La scomparsa di Patò“, quindi un po’ diversamente da molte e molti che vi si sono approcciati con i romanzi gialli incentrati sulla figura del commissario Montalbano. Poi, stuzzicato dalle trasposizioni televisive, mi sono lasciato prendere per mano e accompagnare nelle indagini siciliane...
  • Canzoni sovraniste

    Legittima difesa, decreto sicurezza, porti chiusi, magari un giorno altre leggi speciali contro qualche altra fobia sociale per mantenere il consenso elettorale… Poi però si finisce con l’esaurire tutte queste disponibilità offerte dalla crisi economica. Quando avverrà sapremo cosa accadrà, dicendola un po’ stirnerianamente… Intanto però prende piede anche...
  • Concorrenza

    Quando ascolto la radio sono sempre (o quasi) di buon umore. Solitamente ascolto Radio 2. Ero di buon umore. Una pubblicità del governo viene mandata in onda: riguarda l’economia e parla di “concorrenza”. “La vera concorrenza rende liberi”: ha chiuso così la propaganda liberista del governo. Ed allora ho realizzato...
  • Nazionalsocial network

    Circa dieci anni fa, più per curiosità che per voglia di uniformarmi all’onda montante delle reti sociali, mi iscrivevo anche io al mondo della comunicazione tra “bacheche”, “pagine”, fatta di “post” e di “like”. Dopo l’arrivo di internet a fine anni ’90 e l’introduzione dei telefonini che sempre più...
  • Dita pigre, dolori artrosici

    Ditemelo, amici della carta stampata, giornalisti professionisti, che siete pigri oppure v’è presa una forte artrite reumatoide alle mani… Perché altrimenti non si capisce (o meglio si capisce ma sarebbe bello che non fosse così… mi capite?) perché mai Potere al Popolo!, una lista che ha raccolto più di...
  • Il grande albero che cade

    “Fa più rumore un albero che cade rispetto ad una foresta che cresce”. Guardate i giornali e i siti Internet, ascoltate le radio e accendete le tv. Fa rumore la morte di Dario Fo. Un grande albero che cade. Ma la foresta che cresce purtroppo, intorno, non c’è… (m.s.)...