morti bianche

  • Esplode una fabbrica chimica, disastro annunciato a Marghera

    Alle 10,15 di ieri mattina, Venezia è improvvisamente tornata alla normalità. Un forte botto causato dall’esplosione di un serbatoio ha scatenato un violento incendio a Porto Marghera che ha devastato gli stabilimenti dell’industria chimica 3V Sigma, azienda specializzata nella produzione di solventi e sbiancanti per cementifici. Un’alta colonna di...
  • Aumentano i morti sul lavoro (e calano premi, ispettori e controlli)

    Aumentano gli incidenti mortali sul lavoro per la prima volta in tre anni. È stato così nel 2018 e ancor peggio dall’inizio dell’anno. L’inversione di tendenza è preoccupante: 704 morti (643 uomini e 61 donne) a fronte di 1.218 denunce di infortunio mortale, con un aumento del 4% rispetto...
  • Una carneficina senza fine chiamata lavoro: 1.133 morti

    La strage continua sul lavoro, raggiungendo il posto di lavoro, quando si è colpiti da malattie cancerogene imputabili all’attività e quando si vive accanto a luoghi pieni di amianto. In occasione della giornata mondiale per la salute e la sicurezza nei luoghi del lavoro di oggi, l’osservatorio statistico dei...
  • Il mandante

    Genova, Mediterraneo. Terra e mare, cantieri e barconi. Un operaio di 42 anni è l’ultimo (ma non l’ultimo) morto a causa del lavoro: lascia una famiglia in questo mondo dove al mattino vai a guadagnarti un salario e non fai più ritorno a casa. Centinaia di disperati attraversano il mare...
  • Di lavoro si muore di più a trent’anni, come a sessanta

    Di lavoro in Italia si muore. Sempre di più. Solo nei primi 10 mesi del 2018 le denunce presentate per infortuni sul lavoro sono state 534mila; stando ai dati pubblicati oggi dall’Inail (Istituto nazionale Assicurazione Infortuni sul Lavoro). Rispetto al 2017 si registra quindi un aumento dello 0,2 %...
  • Strage sul lavoro a ferragosto: quattro morti e un ferito grave

    In pieno ferragosto, quando le fabbriche e le aziende sono chiuse e l’attività economica dovrebbe essere ai minimi, ben quattro morti sul lavoro in solo giorno. Il giro d’Italia dell’inarrestabile scia di sangue della strage sul lavoro parte dalla Calabria, contemporaneamente martoriata dal dramma del Raganello. Ieri mattina verso...
  • Aumentano i morti sul lavoro, ma solo tra gli immigrati

    I morti sul lavoro sono in aumento, ma solo tra i lavoratori stranieri: secondo l’Inail, che ieri ha presentato il suo rapporto annuale, l’incremento delle denunce di infortuni mortali nel periodo da gennaio a maggio 2018, rispetto allo stesso periodo 2017, ha interessato solo quelle degli stranieri che sono...
  • Agenda politica e lavoro

    Poche righe scritte per esprimere ancora una volta un personale moto dell’anima d’indignazione e la sensazione di distacco profondo che il rutilante mondo del sottobosco politico – affaristico dimostra nei riguardi dei nodi vita della vita quotidiana e delle sue drammatiche realtà. Mentre si stanno consumando le ormai usuali...
  • Olly aveva 22 anni

    Davide l’ha ucciso un muletto, l’ha ucciso una retromarcia, l’ha ucciso un ribaltamento. Nessuno scampo per un giovane lavoratore di appena ventidue anni. Nessuno scampo se le tue ossa si rompono tutte sotto il peso di un lavoro che apparentemente non è pericoloso ma che può diventarlo. Davide lo...
  • È una infinita catena di morti: schiacciato al cantiere navale

    È davvero un bollettino di guerra, che purtroppo non concede tregua: dopo l’incidente di domenica scorsa alle Acciaierie venete di Padova – quattro lavoratori ustionati, di cui tre gravissimi – ieri una morte ai cantieri navali Antonini di La Spezia. Un operaio di 56 anni, Dragan Zekic, croato, è...
  • La questione del lavoro, segno della decadenza politica e morale

    “Articolo 1. L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.” Mentre si discute astrattamente della formazione di un nuovo governo seguendo esclusivamente la logica del potere nessuno (o quasi) riflette sulla decadenza del Paese: una decadenza...
  • Lavoratori e donne muoiono per concezioni proprietarie

    La gara dei numeri è sterile, inutile, anche mortificante per entrambi questi problemi che affliggono una umanità che vi si getta a capofitto per conoscerne i particolari macabri ma che molto poco, quasi niente fa per risolverli alla radice con un intervento sociale che sia, quindi al contempo culturale,...
  • Già 151 vittime da inizio anno: «Fermare la strage del lavoro»

    Con i due operai morti alla Ecb di Treviglio – l’esplosione del deposito di mangimi nel giorno di Pasqua – salgono a 151 le vittime sul lavoro registrate nei primi mesi del 2018. Non è ancora un bilancio ufficiale, i dati vengono dall’Osservatorio indipendente di Bologna, che da dieci...
  • Mai

    Lezioni di anticapitalismo? I padroni non muoiono mai sul lavoro a causa delle scelte sbagliate degli operai. (m.s.) foto tratta da Pixabay...
  • «Decreto illegittimo nel 2015», ma a Taranto Ilva non si ferma

    La Corte Costituzionale ha dichiarato incostituzionale il decreto Ilva del 2015 che stabiliva la prosecuzione dell’attività di impresa degli stabilimenti, in quanto di interesse strategico nazionale, nonostante il sequestro disposto dall’autorità giudiziaria per reati inerenti la sicurezza dei lavoratori. La questione nacque a seguito dell’infortunio mortale del lavoratore Alessandro...
  • Le morti sul lavoro e l’oblio che ci pervade

    Mai dimenticare che si muore per sfruttamento: l’episodio di ieri sera a Milano (3 operai morti in una fabbrica metalmeccanica) ci riporta brutalmente a una realtà che, nell’infinita discussione sulla presunta fine della classe operaia, viene spesso lasciata da parte come fastidiosamente antico. Situazioni intollerabili, inaccettabili, insostenibili che pure...
  • La ripresa degli omicidi bianchi

    Il 31 agosto Giuseppina Spagnoletti, 39 anni, bracciante nelle campagne di Ginosa (Taranto) si è accasciata al suolo per un malore mentre era a lavoro, poche ore dopo è morta in ospedale. Il titolare dell’azienda agricola è stato indagato per omicidio colposo. Era stato facile profeta Franco Martini: subito...
  • Muore un operaio, sciopero spontaneo a Fincantieri

    È precipitato da un’impalcatura. Sinisa Brankovic, 40 anni, bosniaco, «supervisore» di un’impresa esterna, ha perso la vita ieri mattina poco dopo le 9.30 nel cantiere navale di Ponzano. Immediatamente si blocca il lavoro nell’intera area della Fincantieri: lo sciopero spontaneo, massiccio e rabbioso segna l’adesione anche degli operai che...
  • L’olocausto non pervenuto dei morti sul lavoro

    Gli invisibili, due volte invisibili: perché sono morti e quindi già non appaiono più nel mondo dei vivi e perché, inoltre, da morti nemmeno figurano come tali. Sono oltre cento questi spettri. Sono spettri del mondo del lavoro che sfuggono a statistiche, conteggi e che finiscono per non esistere....
  • Michele, ucciso dal precariato: «Sono stufo di sopravvivere»

    Michele, grafico precario, ha scelto liberamente di non disegnare più il suo futuro. Ha lasciato una lunga lettera, pubblicata dal quotidiano Messaggero Veneto: il direttore Omar Monestier si è premurato di esaudire l’esplicita richiesta dei genitori. Vogliono denunciare una morte tutt’altro che privata, perché pesa come un macigno e...
  • La migliore solidarietà è lo sciopero

    Abd El Salam Ahmed Eldanf, lavoratore egiziano e militante USB, è stato ucciso mentre scioperava. Come nel 1960 Lauro Farioli, Ovidio Franchi, Emilio Reverberi, Marino Serri e Afro Tondelli. Il camion che lo ha investito per sfondare il picchetto davanti alla GLS di Piacenza ha riaperto dopo decenni nel nostro...
  • Il lavoro scambiato con la morte

    Due morti per il lavoro in una drammatica giornata: il primo episodio avviene all’Ilva di Taranto e la vittima è l’operaio di un subappalto Giacomo Campo, 25 anni, addetto alle pulizie di una ditta dell’appalto stava lavorando su un nastro trasportatore che avrebbe dovuto essere disattivato. Il secondo riguarda...
  • C’eravamo dimenticati che di lavoro si muore…

    Ci eravamo un po’ dimenticati del fatto che ogni giorno si muore anche di lavoro. Un operaio di 27 anni è morto a Taranto in queste ore. E’ stato investito da un carrello su un nastro trasportatore. A Roma, quasi nello stesso momento, un operaio dell’Atac moriva folgorato mentre...
  • Verità e giustizia per Abdesselem El Danaf

    Abbiamo portato la nostra solidarietà al presidio organizzato oggi da USB davanti al Ministero del Lavoro per l’uccisione di Abdesselem El Danaf. Le mobilitazioni continueranno nei prossimi giorni, a partire dallo sciopero di due ore indetto per domani a fine turno nel settore privato, alle iniziative nei diversi territori,...
  • In morte di un operaio che aveva coscienza

    Un operaio è stato travolto da un camion mentre, da non precario, manifestava con i precari suoi colleghi per i diritti che non hanno. Il sindacato cui apparteneva sostiene che il camion sia stato incitato a forzare il blocco e abbia dunque provocato volontariamente la morte del lavoratore. I...
  • Il dramma dell’amianto nella tragedia del lavoro

    In Italia si muore di lavoro nonostante la crisi economica. Dalla Relazione annuale Inail del 2015, presentata questa mattina, emerge che il numero degli infortuni mortali (complessivamente 1246) va in pareggio al 2014 (con una variabile di circa il 2% in più o in meno in funzione dei casi ancora in istruttoria) e agli...
NO referendum

emergenza Covid