capitale

  • Banche. Ancora interrogativi

    Il tema delle banche è sicuramente quello più scottante in questa fase così delicata per l’economia a livello europeo e interno. Notizie giornalistiche di oggi riprendono temi già in discussione da tempo e fanno sorgere interrogativi, credo legittimi soprattutto per chi, in questo campo, non è particolarmente ferrato al...
  • Ma il “manovratore” di cosa ha paura?

    Quando è che il “manovratore” ha paura? Me lo sono chiesto spesso e ho trovato sempre mezze risposte sia da parte mia sia attraverso le indagini che facevo spulciando giornali, testi più o meno storici del movimento operaio e del marxismo ottocentesco e novecentesco. E’ chiaro, spero, che per...
  • La brutalità della fine dell’orizzonte felice del capitale

    La globalizzazione, portando a compimento definitivo l’espansione del capitalismo, ha chiuso un ciclo storico iniziato nel XVIII secolo con l’illuminismo: il ciclo della politica moderna intesa come partecipazione consapevole di tutti gli esseri umani, considerati liberi ed eguali, alla vita collettiva. Peraltro, è evidente, almeno da Marx in poi,...
  • Se le borse crollano, sorridete!

    C’è un intero sistema economico che mostra tutti i segni della fragilità cui è da sempre destinato per sua natura: le borse europee, americane e oggi anche quella di Tokyo danno forti segni di cedimento sui maggiori titoli azionari. Purtroppo tutto questo sconquasso finanziario non è determinato da una...
  • 66 su 7.000.000.000

    Davvero vorrei che qualcuno sapesse convincermi del fatto che sia giusto vivere in una società dove 66 persone su 7.ooo.ooo.ooo (scritto in cifre fa più effetto!) hanno il possesso di metà della ricchezza di tutta la terra. Davvero vorrei che si potesse dire: “È giusto così perché…”. Ma nessuno...