Programma K9

Lulu ha seguito la sua natura e non l’imposizione della Cia. L’agenzia di “intelligence” della grande Repubblica stellata voleva impiegarlo come cane (un bel labrador nero) alla ricerca di...

Lulu ha seguito la sua natura e non l’imposizione della Cia. L’agenzia di “intelligence” della grande Repubblica stellata voleva impiegarlo come cane (un bel labrador nero) alla ricerca di esplosivi. Si chiama “Programma K9”.
Ma Lulu ha preferito correre dietro a conigli, scoiattoli e per questo è stato “licenziato”.
Ci piace pensare che Lulu abbia fatto spallucce agli agenti della Cia e abbi diretto i suoi occhioni scuri all’individuazione di altre prede, magari al gioco con altri animali.
Qualcuno, anche nel mondo animale, si volta avanti, non segue gli ordini e si ribella a suo modo al potente impero americano. Viva Lulu!

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto





passa a…



altri articoli

  • Due Stelle e mezza

    Cinquestelle divisi sul governo: chi pensa (e vuole che) debba andare avanti e chi pensa (e vuole che) debba finire qui l’esperienza con la Lega. Praticamente Due Stelle e...
  • Già nella barbarie

    “Questa maledetta ladra in carcere per trent’anni, messa in condizione di non avere più figli, e i suoi poveri bimbi dati in adozione a famiglie perbene. Punto“. Un linguaggio...
  • Il Premier in pectore

    Volare negli Stati Uniti per dimostrare e dimostrarsi d’essere, nonostante tutti i compromessi da accettare per risalire lentamente (ma nemmeno poi tanto…) la china del potere, colui che davvero...
  • L’Europa di Enzo Biagi

    Oggi mi consolo un poco, egoisticamente: ho riletto alcune pagine de “L’Europa di Enzo Biagi” e vi ho trovato scritto nell’incipit l’elisir di giornata per sopravvivere ai sovranismi: “Gli...