Per le strade di Trieste

Oltre cinquemila. Antifascisti, di tutti i colori, con tutte le loro bandiere, con tutte le loro belle differenze che uniscono nella pluralità di una lingua che è quella della...

Oltre cinquemila. Antifascisti, di tutti i colori, con tutte le loro bandiere, con tutte le loro belle differenze che uniscono nella pluralità di una lingua che è quella della libertà civile, sociale, politica e morale.
Per dire NO a Trieste al corteo dei neofascisti del nuovo millennio. Per dare ad una delle città simbolo di un confine tribolato, fatto di guerre e di contrasti etnici un senso di luogo della solidarietà e dell’incontro di culture che possono vivere insieme.
“Nostra patria è il mondo intero”. L’Italia è il nostro Paese. Il Paese ci unisce, la Patria ci divide. Quindi, evviva i cinquemila antifascisti che hanno sfilato per le vie di Trieste dove, per una volta, la campana di San Giusto può suonare senza sembrare la tromba di un fante su un campo di guerra…
Così Trieste è davvero libera a cento anni dalla prima grande carneficina mondiale.

(m.s.)

foto tratta dalla pagina Facebook di Left

categorie
Lo stiletto
nessun commento

lascia un commento

*

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.









altri articoli

  • Rosa e celeste

    Succede. Un bimbo si fa la pipì addosso a scuola. Alcune volte me la sono fatta anche io alle elementari. Cesarina, una bidella – mamma – zia – nonna...
  • Nel nome di Antonio

    Su un giornale stamane ho letto: “Era un eroe”. Odio la retorica del piagnisteo che ogni volta si insinua tra le pieghe del dolore vero. La retorica dei mezzi...
  • Disco e Love boat

    I parlamentari ballano in discoteca. Del resto siamo sotto le feste, ci si deve divertire. Un po’ di spensieratezza mentre l’Europa riporta a miti consigli il governo italiano sul...
  • Inciampando

    Il capitalismo e le istituzioni governative che ne sono il cane da guardia non stanno dando una immagine di grande tenuta in questo momento in Europa: dalla Francia al...