Per il PD siamo come i nazisti

Nessuno più di me è diventato comunista anche mediante una feroce critica verso i regimi dell’Est che hanno deformato il comunismo e lo stesso marxismo. Ma, come non si...
L'Armanta Rossa libera Berlino dai nazisti

Nessuno più di me è diventato comunista anche mediante una feroce critica verso i regimi dell’Est che hanno deformato il comunismo e lo stesso marxismo.

Ma, come non si può affermare che il fascismo fu buona cosa per aver bonificato quattro paludi e fatto arrivare alcune volte le littorine in orario, così non si può dire che il comunismo sia stato solo il sovietismo che, pure, non nasce e non diventa mai regime votato allo sterminio razziale, di massa.

Se oggi noi viviamo nell’Unione europea lo dobbiamo anche a tutti quei comunisti libertari che hanno lottato contro ogni tirannia tanto nera quanto presuntamente rossa.

Nemmeno il terrorismo era assimilabile in una unica condanna univoca.

Il terrore nero era destabilizzazione della democrazia e voglia di restaurazione di regimi autoritari col benestare dei padroni; il terrorismo rosso, da condannare in quanto violenza gratuita e senza una capacità di coinvolgimento sociale, divenuto “antisociale” nel momento in cui si è messo in cattedra e ha stabilito che nemici di classe erano anche gli operai che lo avversavano, ebbene quel terrorismo muoveva comunque da una ispirazione opposta a quella fascista: battersi per una società libera dal capitalismo.

Pur essendo “compagni che sbagliano” tanto gli stalinisti quanti i terroristi, mai e poi mai si possono equiparare al nazismo, al fascismo o a qualunque altra forma di reazione ed eversione nera.

Il voto espresso dal gruppo socialista al Parlamento europeo che invece mette sullo stesso piano comunismo e nazismo è prima di tutto una offesa alla storia e poi a tutte le donne comuniste e gli uomini comunisti che hanno speso la loro vita per una rivoluzione che deve ancora venire.

(m.s.)

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Senza pensare

    “Non preoccupatevi, stiamo organizzando gli squadroni della morte e nel giro di due giorni riportiamo la normalità… Quattro taniche di benzina e si accende il forno crematorio, così non...
  • 100 volte Franca

    Un secolo. Franca Norsa, Valeri in onore di Paul Valery, è un pezzo di cultura di una Italia che ha dimenticato la cultura. È una rappresentazione della storia di...
  • L’incongiungibile

    Terracina. Piazza “Almirante – Berlinguer“. Più che una intitolazione, è un oltraggio. Per Berlinguer, si intende. Un Paese che può permettersi una pensata simile è un Paese privo di...
  • 100 contro 520

    E’ la fine di un luglio ovviamente caldo: dalle nostre case alle caserme sequestrate, fino ai casotti, le casematte, quei centri di accoglienza che diventano l’esatto contrario del loro...