Nothing else

La “rifondazione” della sinistra secondo Roberto Speranza va nel solco della linea zingarettiana del PD, per un nuovo partito “di sinistra” in un nuovo centrosinistra. C’è ancora un’altra “rifondazione“:...
Roberto Speranza, ministro della Salute e leader di Articolo 1

La “rifondazione” della sinistra secondo Roberto Speranza va nel solco della linea zingarettiana del PD, per un nuovo partito “di sinistra” in un nuovo centrosinistra.

C’è ancora un’altra “rifondazione“: quella comunista, con iniziali minuscole ad indicare il processo costituente e formativo che dura ormai da quasi trent’anni e che ci vede sconfitti; con iniziali maiuscole ad indicare il Partito che deve contribuire alla formazione di una vera sinistra di classe.

Tra le due sinistre, non ho alcun dubbio, la prima è il nuovo capitolo della distruzione della vera sinistra che un tempo esisteva e, seppur con le dovute differenze, era e si poteva definire comunista e socialista.

Quella di Speranza è una di-speranza, quasi una disperazione: nonostante essere stato nel PD, nonostante la scissione fatta, è pronto con Articolo 1 a rientrarvi per una recidiva riformista delle peggiori.

Tra le due sinistre, continuo a non avere dubbio, la seconda è quella che, con tutte le sue lacune e deficienze, rappresenta lo slancio naturale di un progressismo anticapitalista necessario socialmente, imprescindibile politicamente, doveroso moralmente.

Per la sinistra di classe, per la sinistra comunista italiana. #Nothingelse

(m.s.)

foto: screenshot

categorie
Lo stiletto





passa a…



altri articoli

  • La paura fa la legge (elettorale)

    Il Partito democratico ora si è, letteralmente, votato al nuovo proporzionale, quello con lo sbarramento al 5%; quello che impedirebbe a Salvini di avere una maggioranza certamente qualificata a...
  • Belle fritte…

    Ho letto, in merito alla manifestazione romana delle sardine (prevista per sabato 14 dicembre) un articolo sul sito di Mentana (non certo ostile alle “sardine“). Certamente si tratta di...
  • Avanzamento

    Più avanzo nel tempo, più apprendo la brutalità del capitalismo, meno penso di poter essere accondiscendente anche nelle forme più banali degli accordi elettorali per scongiurare il “meno peggio”...
  • A proposito di nazismo

    Ai negazionisti delll’Olocausto, del Porrajmos e dei tanti stermini perpetrati dal Terzo Reich e dai fascismi di ogni modello, va ricordato prima di tutto che furono gli stessi nazisti...