Non è il nostro Comunismo

Il comunismo non sono testate nucleari, parate militari, esercizi muscolari e perfezione egualitaria nel vestire, nel comportarsi. Il comunismo è solo un movimento di donne e uomini che vuole...

Il comunismo non sono testate nucleari, parate militari, esercizi muscolari e perfezione egualitaria nel vestire, nel comportarsi.
Il comunismo è solo un movimento di donne e uomini che vuole superare questo sistema.
Il comunismo usato come “forma di Stato” è, di per sé, una antitesi per antonomasia.
Chi lo concepisce così, avvalora la dicitura di “stato comunista” o “regime comunista” (dicitura che viene spesso e volentieri utilizzata dai giornali “borghesi” per mettere sempre un carico di negatività sulla parola “comunista”).
Un orrore sonoro prima ancora che politico e sociale.
Quello nord-coreano non è il nostro comunismo, proprio perché è la rappresentazione plastica di tutto ciò che è il contrario rispetto alla realizzazione di una società priva di base e vertice.
Il comunismo è società orizzontale o non è. E’ la lenta, progressiva, estinzione dello Stato. La lenta e progressiva fine dell’economica e non la venuta di una nuova economia. Magari di guerra… Il capitalismo non aspetta altro che mostrare i comunisti come cultori del missilismo, del nuclearismo, di quella voglia di guerra di cui egli stesso si nutre ogni giorno.
Purtroppo molti comunisti credono che si debba coltivare il militarismo per una ragione di “rapporti di forza”. Ma i rapporti di forza in senso marxiano non contemplano lo scontro nucleare tra potenze governate da monarchie pseudo-elettive.
I rapporti di forza marxiani sono quelli che devono portare la povera gente, gli sfruttati a sbarazzarsi tanto dei leader nord-coreani quanto di quelli nord-americani.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto





passa a…



altri articoli

  • Belle fritte…

    Ho letto, in merito alla manifestazione romana delle sardine (prevista per sabato 14 dicembre) un articolo sul sito di Mentana (non certo ostile alle “sardine“). Certamente si tratta di...
  • Avanzamento

    Più avanzo nel tempo, più apprendo la brutalità del capitalismo, meno penso di poter essere accondiscendente anche nelle forme più banali degli accordi elettorali per scongiurare il “meno peggio”...
  • A proposito di nazismo

    Ai negazionisti delll’Olocausto, del Porrajmos e dei tanti stermini perpetrati dal Terzo Reich e dai fascismi di ogni modello, va ricordato prima di tutto che furono gli stessi nazisti...
  • Presa di coscienza

    Quando avevo vent’anni mi dicevano: “O sei comunista alla tua età o non lo sarai mai più.”. Pensavo fosse una esagerazione. Tutt’ora lo penso anche se con qualche dubbio,...