Nella trappola di Renzi e di D’Alema

Il contenuto e le modalità di approvazione della legge elettorale consentono l’impostazione di una campagna elettorale imperniata sulla reciprocità delle “trappole” tra Renzi e D’Alema. Da un lato, infatti,...

Il contenuto e le modalità di approvazione della legge elettorale consentono l’impostazione di una campagna elettorale imperniata sulla reciprocità delle “trappole” tra Renzi e D’Alema.

Da un lato, infatti, si richiamerà alla “vocazione maggioritaria” chiedendo il voto utile per arrivare al mitico 40% e governare così da soli con il supporto servile di qualche centrista e/o civico progressista.

Dall’altra si chiederà il voto per impedire questo esito e arrivare ad una presenza parlamentare che possa rendere concreta l’ipotesi di un nuovo centro sinistra.

In questo quadro, quello più realistico, il M5S si dibatte come il pesce nella rete e il centro destra, attraverso una finta coalizione si appresta a fare il pieno non tanto di voti ma di seggi per poi – appunto – dividersi in Parlamento tra l’alleanza con il PD e l’assunzione di un ruolo di rottura sui temi più delicati dell’Europa, dei migranti, della stessa unità nazionale.

Questo lo scenario più verosimile considerato l’andamento di fase e analizzati i possibili effetti della legge elettorale.

Allora una possibile sinistra?

Primo, sganciarsi immediatamente da questo scenario.

Secondo, comprendere che l’autonomia dell’azione politica e della propria progettualità prevalgono su di una prospettiva fintamente unitaria.

Terzo, coinvolgere subito tutti i soggetti disponibili in un discorso che, prima ancora che programmatico – elettorale si rivolga alla prospettiva politica di lungo termine, cioè alla costruzione di una soggettività ben identificabile da diversi settori sociali come alternativa e autonoma dal quadro dominante.

FRANCO ASTENGO

26 ottobre 2017

foto tratta da Pixabay

categorie
Franco Astengo





passa a…



altri articoli

  • La vexata quaestio della morale politica

    Sotto il titolo “Il Paese dell’Impunità – Mafia corruzione e non solo” Micromega ha pubblicato in questi giorni il suo n.3/2019 che contiene molti e autorevoli interventi raccolti intorno...
  • La formazione del popolo

    Nell’intervista rilasciata da Jean Luc Mélenchon al “Manifesto” e pubblicata il 14 maggio, emerge un punto di confronto che deve essere affrontato a sinistra, se si intende muoversi mantenendo...
  • Taglio dei parlamentari? Un salto nel buio

    Si sta concludendo in queste ore la prima “tranche” dell’itinerario parlamentare della riforma costituzionale riguardante la riduzione del numero dei parlamentari. Nella proposta avanzata dal M5S e all’esame del...
  • Il sovranismo sottovalutato

    “Io sono Matteo Salvini, intervista allo specchio”, il libro della giornalista Chiara Giannini – che uscirà per la casa editrice Altaforte, vicina a Casa Pound – fa discutere ancor...