Le foglie e il vento

Che volete che siano tre striscioline bianche a forma di fogliolina o di foglia… Davvero si può ridurre la sana e bella dialettica politica, la sana e utile polemica...

Che volete che siano tre striscioline bianche a forma di fogliolina o di foglia… Davvero si può ridurre la sana e bella dialettica politica, la sana e utile polemica ad un elemento grafico?
Ciascuno è libero nel suo simbolo di mettere ciò che più ritiene per coinvolgere i cittadini e per portarli dalla propria parte nel momento della scelta della lista da votare.
Ma il degrado anticulturale è così esteso, anche fra noi comunisti, che facciamo dell’utilizzo delle reti sociali uno sfogatoio di repressioni e di rabbie che non ci aiutano in nessun modo ad essere alternativi all’uniformità nei confronti del sistema rappresentata dalle tre opzioni di destra e dall’unica opzione di sinistra moderata che deve essere criticata, ma semmai per ciò che pretende di rappresentare e non è: altro rispetto all’orizzonte sino ad ora stabilito dal partito di governo dal quale proviene la maggioranza dei “nuovi” liberi e uguali.
Le foglioline o se le porta via il vento o cadono. Prima o poi.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Maria Antonietta

    Briciole, brioches, pane. C’è chi darebbe le briciole che cadono dal tavolo. C’è chi, più aristocraticamente, direbbe: “Chiedono pane? Dategli le brioches!“. Poi c’è chi direbbe: “Prima gli italiani!“....
  • Contro gli speculatori

    Una certa storiografia critica verso il “Maximum“, approvato nel settembre del 1793 dalla Convenzione nazionale francese, adesso dovrebbe comprendere la necessità di quella misura in tempi che, guerre che...
  • Fabbriche e nevrosi

    Signori, si chiude! Ed è pure troppo tardi. Ma ben venga la serrata di tutte le attività produttive non strettamente necessarie alle esigenze primarie: cibo, medicine, informazione. Pare anche...
  • Siate vegani, non teste di avocado

    Bisogna cercare di non cadere mai nella banalizzazione dei concetti. Per cui affermare (come ho potuto ascoltare in radio) che “in un mondo fatto solo di vegani il Coronavirus...