L’abbandono alla o della rassegnazione

Attacchi e attacchi: da Parigi a Londra e viceversa. Giorno dopo giorno. L’odio nasce dalla paura e la paura nasce dalla mancata conoscenza di complessi fenomeni umani che si...

Attacchi e attacchi: da Parigi a Londra e viceversa. Giorno dopo giorno. L’odio nasce dalla paura e la paura nasce dalla mancata conoscenza di complessi fenomeni umani che si intrecciano ogni giorno intrisi di interessi economici, politici e con finalità anche religiose come specchietto per le allodole di altri continenti che vogliono mettere le mani su grandi giacimenti di petrolio, culle dell’arte e grandi gasdotti.
La morte arriva soltanto per gli spettatori di un grande e terribile mondo (come lo avrebbe descritto Gramsci) dove i registi sono sempre gli stessi. Architetti del pregiudizio e del razzismo, del sospetto, dell’essere guardinghi e dell’individuazione del pericolo nel simile a noi: in chi è in stato di sopravvivenza come noi.
Per questo occorre cambiare punto di vista: sociale, politico, economico. Le democrazie d’un tempo stanno crollando sotto il peso di una genericità che è fascistizzazione delle opinioni, indistinguibilità delle idee e quindi anche dei fatti e sui fatti da comprendere.
Si preferiscono i colori intermedi e non le tinte chiaramente identificabili come tali. E’ la solita tiritera della “morte delle ideologie” e del trionfo del mercato, del capitalismo, della sua forma moderna di imperialismo.
Il gioco è semplice da capire. Ma la volontà per accingersi alla comprensione la si recupera soltanto se si abbandona la rassegnazione.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto





passa a…



altri articoli

  • I nuovi arrivisti

    (o “arrivanti“, nel senso che stanno quasi per arrivare. Aspettatemi e li vedrete presto al posto migliore) Ridursi a pensare che affiancarsi o stare nel PD, magari “da comunisti“,...
  • Quota 60?

    Sfruttati una vita per garantire le pensioni (ammesso che ancora possa essere così…) alle generazioni successive, poi relegati a ruolo di “non fruitori” del futuro e quindi magari anche...
  • Al livello delle palle

    Crea molta tristezza vedere undici giocatori di calcio fare il saluto militare. Solidarietà ad Erdogan? Per cosa? Per una aggressione ad un popolo che ha tutto il diritto di...
  • Cari avversari vicini e lontani…

    Tutto il mondo della politica di palazzo si sta allontanando da noi comunisti. Lo reputo positivo perché tornano a rimarcarsi le necessarie e oggettive differenze tra chi esprime una...