E’ banale ma va detto

Non bisogna esultare troppo. Il “capitano” ha molte risorse e molte capacità di “rivoltare la frittata” evocata da Luigi Di Maio. Dipende chi prende in mano per primo il...

Non bisogna esultare troppo. Il “capitano” ha molte risorse e molte capacità di “rivoltare la frittata” evocata da Luigi Di Maio. Dipende chi prende in mano per primo il manico della padella.

Al momento sembrano i Cinquestelle ad essere riusciti a porre un freno alla frenesia salviniana di correre al voto e capitalizzare il consenso stimato dai sondaggi per la Lega.

Comunque, va già detto con tutta nettezza: se si forma una nuova maggioranza anche solo “desistenziale” e nasce un nuovo governo o se si va al voto immediato, la situazione per Salvini non cambia molto.

In entrambi i casi otterrà risultati più che positivi: sulla strutturazione di un nuovo esecutivo potrà costruire il canto dello splendido isolamento della Lega e, soprattutto, della completa “diversità” sia dal resto di un mondo politico fatto di “inciucioni“; se invece andremo alle urne, allora potrà fare man bassa dei consensi popolari con la solita inquietante propaganda disumana contro migranti, rom e col rosario in mano, stretto nel pugno scagliato nell’aere più e più volte.

Parole, gesti e intenzioni sono simbolicamente lì a dirci che, sia come sia, vada come vada, non ci attende nulla di buono…

Sarà banale dirlo, ma non è banale ricordarcelo.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Prodi, Epifani e Di Maio, spingitori di cavalieri

    “Neppure per me esiste un tabù su Forza Italia. Penso che sia più utile e interessante discutere sulla ‘praticabilità’ di un suo eventuale ingresso in maggioranza, studiarlo, tenendo conto...
  • Chi s’ha da infuriare

    Se Salvini rivendica una specie di eredità berligueriana per sé e per la Lega, non deve infuriarsi il PD. Ci dobbiamo infuriare noi comuniste e comunisti. Noi che gli...
  • Buchi di governo

    Dal “Decreto semplificazioni“, primo punto dopo i nodi ferroviari: «nuova linea Torino-Lione: tunnel di base ed adeguamento linea storica». La TAV al primissimo posto nell’elenco delle infrastrutture cui mettere...
  • Il velo di Silvia

    E’ una questione di libertà. Una libertà che si vede, un’altra che si fa fatica a vedere. Silvia Romano ha dichiarato che per lei “il velo è un simbolo...