Disumanizzante

Traggo spunto da una bella intervista de “il manifesto” di oggi ad Antonio Scurati, per alcune brevi riflessioni. “Il fascismo non è stato un generico «crimine contro l’umanità» ma...

Traggo spunto da una bella intervista de “il manifesto” di oggi ad Antonio Scurati, per alcune brevi riflessioni.

Il fascismo non è stato un generico «crimine contro l’umanità» ma un progetto politico disumanizzante.“.

Così bene descrive Antonio Scurati il fascismo. Anzitutto un progetto. Poi, ovviamente, politico. E infine disumanizzante. La declinazione tedesca del medesimo, pur nata e cresciuta sotto altre pessime stelle (antisemitismo, pangermanesimo, antislavismo, ecc.), ha tratto ispirazione proprio dalla disumanizzazione degli individui considerati “indegni” di far parte di una società di “superiori” o, per dirla con Hitler, di “forti contro deboli”.

Più si sfogliano le pagine degli scritti nazisti e fascisti e più ci si ritroverà immersi nell’esaltazione della forza, della maestà muscolare di una ideologia negativa perché fa della forza l’elemento necessario per l’affermazione di una parte dell’umanità a tutto discapito di un’altra.

In questo senso la disumanizzazione che ricorda Scurati è piena, assoluta, primitiva: ci riporta oltre la ragione, prima di essa, pur pretendendo di gestire settori dell’umana realtà individuale, dell’istinto, della consuetudine, delle produzioni umane stesse che si rifanno all’esigenza di una uguaglianza che viene alla fine negata, vilipesa, stritolata dalla perversione megalomane della totalizzazione di un certo tipo di essere umano.

Il fascismo e il nazismo questo sono stati e tentano sempre di essere: la mutazione sociale e politica degli esseri umani uguali per natura in esseri disumani diseguali per forza, per brutalità, per sopraffazione.

(m.s.)

categorie
Lo stiletto





passa a…



altri articoli

  • Decantazione

    Devo dire che non mi sorprende molto la posizione de “il manifesto” sulla crisi di governo. Ma davvero però ritenete che un governo PD-M5S allontani il pericolo del “pieno...
  • Applausi?

    Albert Speer dissentì da Hitler negli ultimi mesi del Terzo Reich, ma questo non lo fece essere meno nazista di quanto non lo fosse stato… (m.s.) foto tratta da...
  • E’ banale ma va detto

    Non bisogna esultare troppo. Il “capitano” ha molte risorse e molte capacità di “rivoltare la frittata” evocata da Luigi Di Maio. Dipende chi prende in mano per primo il...
  • Tempi non diversi

    150 migranti dispersi, probabilmente tutti morti nelle acque del Mediterraneo. Italiani scrivono sui social: “Potevano stare a casa loro. Buon appetito ai pesci“. Un po’ come scrivere “Il lavoro...