Con Emma Marrone, contro ogni odio

Questa volta l’applauso va ad una cantante. Ad Emma Marrone. Ha risposto agli insulti dei leghisti con commozione e quindi con umanità: aveva detto “Aprite i porti”. Le hanno...
Emma Marrone

Questa volta l’applauso va ad una cantante. Ad Emma Marrone. Ha risposto agli insulti dei leghisti con commozione e quindi con umanità: aveva detto “Aprite i porti”.

Le hanno risposto, questi signori leghisti: “Apri le cosce”. C’è tutta la violenza possibile dentro queste tre parole: sessismo, odio, disprezzo, persino misoginia. C’è crudeltà.

Emma Marrone ha risposto commuovendosi, umanamente: “Non odierò come voi”.

Dall’arte, dalla cultura, dalla musica, da artisti come Emma Marrone può arrivare un messaggio di speranza per questo Paese che ha la memoria corta, che è privo di una vera voglia di conoscenza e di approfondimento dei problemi di ogni giorno: dal lavoro alla scuola, dalle pensioni ai diritti civili.

Ci associamo ad Emma: anche noi non odieremo mai, come “Jona che visse nella balena”…

(m.s.)

foto: screenshot

categorie
Lo stiletto





passa a…



altri articoli

  • E’ banale ma va detto

    Non bisogna esultare troppo. Il “capitano” ha molte risorse e molte capacità di “rivoltare la frittata” evocata da Luigi Di Maio. Dipende chi prende in mano per primo il...
  • Tempi non diversi

    150 migranti dispersi, probabilmente tutti morti nelle acque del Mediterraneo. Italiani scrivono sui social: “Potevano stare a casa loro. Buon appetito ai pesci“. Un po’ come scrivere “Il lavoro...
  • TAVolta

    TAVolta capita di sbagliarsi. TAVolta capita di battersi per una vita per una causa, poi andare al governo e scoprire che quel potere che si voleva si ritorce contro...
  • Resistere ancora

    “Resistere, resistere, resistere“, aveva detto Francesco Saverio Borrelli in tempi in cui attorno alla magistratura la politica faceva il deserto e il cosiddetto “popolo” provava invece a trovare una...