Che fine faranno gli eretici?

Questa  la notizia  (in materia di divulgazione scientifica): “La proposta M5S prevede però anche il coinvolgimento della Rai attraverso l’istituzione, da parte del ministero dello Sviluppo economico, di una...
Albert Einstein

Questa  la notizia  (in materia di divulgazione scientifica): “La proposta M5S prevede però anche il coinvolgimento della Rai attraverso l’istituzione, da parte del ministero dello Sviluppo economico, di una Commissione per la divulgazione dei prodotti scientifici di maggiore interesse attraverso i canali della tv pubblica.”.

Può essere commentata così (per chi non sarà gradito alla Commissione e non potrà fare divulgazione scientifica in TV perché considerato eretico: era già capitato a Galileo):

Ad abolendam (detta anche “bolla di Ruscigli”, antica residenza estiva del papa nel comune di Gavignano) è una bolla promulgata da papa Lucio III, in occasione del sinodo di Verona del 1184.

Il decreto fu emanato per combattere l’eresia. Esso stabilì il principio – sconosciuto al diritto romano – secondo il quale, anche in assenza di testimoni, si poteva essere accusati di eresia e dunque subire un processo. La norma venne poi ribadita nel 1215 dal Concilio Lateranense IV, il quale istituì delle «procedure d’ufficio» per combattere l’eresia. Un semplice sospetto o una delazione bastava per iniziare il processo; inoltre, chi era a conoscenza di una eresia o presunta tale e non denunciava il fatto, era considerato anch’egli responsabile e perciò sottoposto al medesimo giudizio.

Nel decreto, si aggiungeva:

«Alle precedenti disposizioni […] aggiungiamo che ciascun arcivescovo o vescovo, da solo o attraverso un arcidiacono o altre persone oneste e idonee, una o due volte l’anno, ispezioni le parrocchie nelle quali si sospetta che abitino eretici; e lì obblighi tre o più persone di buona fama, o, se sia necessario, tutta la comunità a che, dietro giuramento, indichino al vescovo o all’arcidiacono se conoscano lì degli eretici, o qualcuno che celebri riunioni segrete o si isoli dalla vita, dai costumi o dal modo comune dei fedeli.»

Occupata la RAI e detenuto “ab Aeternum” il Ministero dello Sviluppo economico (in pratica l’arcivescovo o il vescovo), il problema sarà quello di trovare “altre persone oneste e idonee” per formare la Commissione di cui alla notizia. La commissione avrà il compito di allontanare gli eretici dalla possibilità di diffondere la scienza. Tale prerogativa sarà consentita soltanto agli ortodossi della linea dettata dal nuovo Sant’Uffizio:” la piattaforma Rousseau”.

Testo non abbisognevole di ulteriori commenti, ogni riferimento all’ASI (Agenzia Spaziale Italiana) è del tutto dentro al quadro qui delineato.

FRANCO ASTENGO

9 novembre 2018

foto tratta da Pixabay

categorie
Franco Astengo
nessun commento

lascia un commento

*

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.









altri articoli

  • Buttato al vento

    Nella storia più recente non abbiamo mai attraversato una fase di smarrimento culturale e politico come quella che stiamo vivendo nel corso dell’ultimo decennio. L’illusione che era stata creata...
  • Ritorno a Marx, contro il “mare magnum” delle falsità

    Per una risposta, del tutto inadeguata, all’appello lanciato da Rossana Rossanda “Per un Marx al presente”, in particolare laddove nel testo in conclusione si nota: “C’è da chiedersi quanto,...
  • Corsi e ricorsi

    “Quali caratteri avrebbe assunto questo nuovo fascismo? Va respinta ogni facile analogia con il passato. Non si deve pensare a un ritorno dello squadrismo, ma piuttosto temere la disaffezione...
  • Il frutto delle disuguaglianze

    Questo è il sunto del rapporto CENSIS sull’Italia 2018 reso pubblico oggi: “Un’Italia sempre più disgregata, impaurita, incattivita, impoverita, e anagraficamente vecchia. Il 52° Rapporto Censis parla di “sovranismo...