Buon peso

Sai quando vai al mercato, ti avvicini al banco, guardi e scegli? Poi ti rivolgi al commerciante e dici: “Ma sono buone?“. Il commerciante non ti dirà mai: “No,...

Sai quando vai al mercato, ti avvicini al banco, guardi e scegli? Poi ti rivolgi al commerciante e dici: “Ma sono buone?“. Il commerciante non ti dirà mai: “No, sono schifose, immangiabili, per questo gliele consiglio!“.

Poi, dopo averti detto che qualunque cosa è ottima, pregevole e degna del tuo palato, il commerciante aggiunge: “Faccio buon peso, eh…!“, ammiccando come per dire: “Lo vedi quanto sono bravo e gentile, onesto e accomodante?!“.

E’ un po’ come quando c’è una crisi di governo che sembra risolversi con mezzo governo di prima e mezzo governo di ancora prima di quello appena terminato in agosto e poi qualcuno forma una terza gamba ed esce dal PD.

Dopo pochi istanti vi rientra un ex ministro di uno dei suoi governi, di area cattolica, prima ancora di Forza Italia e poi del Nuovo Centrodestra di Alfano.

Ecco, è come quando il commerciante, avendo superato la quantità che gli hai chiesto, dice: “Lascio?!“. E qui il buon peso c’entra poco, perché sempre di fregatura si tratta. Chi esce e chi entra ed ecco che anche il buon peso, alla fine c’è.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto





passa a…



altri articoli

  • La paura fa la legge (elettorale)

    Il Partito democratico ora si è, letteralmente, votato al nuovo proporzionale, quello con lo sbarramento al 5%; quello che impedirebbe a Salvini di avere una maggioranza certamente qualificata a...
  • Belle fritte…

    Ho letto, in merito alla manifestazione romana delle sardine (prevista per sabato 14 dicembre) un articolo sul sito di Mentana (non certo ostile alle “sardine“). Certamente si tratta di...
  • Avanzamento

    Più avanzo nel tempo, più apprendo la brutalità del capitalismo, meno penso di poter essere accondiscendente anche nelle forme più banali degli accordi elettorali per scongiurare il “meno peggio”...
  • A proposito di nazismo

    Ai negazionisti delll’Olocausto, del Porrajmos e dei tanti stermini perpetrati dal Terzo Reich e dai fascismi di ogni modello, va ricordato prima di tutto che furono gli stessi nazisti...