Barbari e naufraghi

Il punto è di principio: non accogliere più nessun migrante perché così si dimostrerebbe la coerenza, la forza, la decisione del governo italiano di una Italia sovrana. Fermare le...

Il punto è di principio: non accogliere più nessun migrante perché così si dimostrerebbe la coerenza, la forza, la decisione del governo italiano di una Italia sovrana.

Fermare le migrazioni è non solo impossibile sul piano storico. E’ qualcosa di più enorme come impresa: è voler fermare la storia.

Da sempre i popoli emigrano per trovare terre dove poter sopravvivere.

Il governo nostro, Trump e altri come Orban possono erigere tutti i muri che vogliono: si ricordino soltanto che i potenti “limes” romani non hanno fermato le popolazioni asiatiche che premevano ai confini del grande impero.

Alla fine, nemmeno quei soldati addestrati a stare ai bordi dell’apparato statale romano sono riusciti a bloccare le invasioni cosiddette “barbariche”.

Perché i barbari sono sempre gli altri, mai noi.

Guardiamoci oggi e forse scopriremo che gli umani stanno in mare ad aspettare che la nostra barbarie moderna finisca.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto





passa a…



altri articoli

  • Quarantena

    Per quanto riguarda il Coronavirus, vorrei dirvi che mi considero in quarantena rispetto a tutti i commenti in merito sui social. (m.s.) foto: screenshot Stampa in PDF questo articolo...
  • 1 su 5 (e non sono ovetti Kinder)

    Viste le meravigliose sorti e progressive dell’economia mondiale, europea ed italiana, al momento fonti non bolsceviche, ma facenti riferimento a serie riviste online che hanno studiato dati su dati,...
  • I fuorilegge

    Un deputato del partito che ha la fiamma tricolore nel simbolo, diretta erede del neofascista MSI (se ne facciano pure vanto), a sua volta diretto erede (o quasi…) del...
  • L’unica svastica bella…

    Le scritte antisemite, neonaziste, vergate con croci celtiche e insulti alle vittime dell’Olocausto, si moltiplicano nel Paese. Dalle porte delle case dei deportati fino alle mura delle scuole: accanto...